Servizio clienti - email: info@ildubbio.com 

Antonio Capuzzo

Antonio Capuzzo
Questo indirizzo email รจ protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Antonio Capuzzo nasce a Padova il 15-03-1956. Comincia a dipingere in modo professionale non subito ma dopo alcuni anni, facendo nel frattempo una serie di svariati lavori,alternando lavoro e pittura; passione viscerale che Antonio riesce a far esplodere con una passione che va' al di la' di tutti i problemi che ogni artista vero incontra.Nei primi anni partecipa a vari concorsi nazionali risquotendo un buon successo a livello di critica ma sopratutto di pubblico.

Capuzzo infatti si definisce il pittore della gente, poiche' nelle sue opere ama mettere i momenti della vita contadina, ma non solo,momenti di vita e di fatica in generale.Nel 1991 partecipa alla rassegna Cesare Zavattini Museo nazionale dei Naif, di Luzzara e viene premiato con la copertina e l'acquisizione dell'opera " Ritorno dai campi" da parte del museo.Cosi' anche nel 1996 il museo acquista l'opera "Notte stellata".Comincia poi a camminare da solo, lascia il lavoro di infermiere e fa' il pittore a tempo pieno.Incontra innumerevoli ostacoli pero' non demorde,credendo fermamente nella sua arte e nelle sue potenzialita'.

Le mostre di Capuzzo non si limitano ad essere nelle gallerie d' arte ma spaziano anche nelle piazze e nelle viuzze di molte citta' italiane.Le opere di Capuzzo sono esposte in esclusiva nazionale alla Galleria Merighi di Varazze e Diano Marina (IM). I suoi quadri incominciano ad essere introvabili e le soddisfazioni dovrebbero finalmente arrivare dopo tanti anni di lavoro serio e duro.

Le opere del maestro Capuzzo fanno parte di innumerevoli collezioni private e pubbliche, in Italia e all'estero: New york, Albany, Tenerife, Ginevra, BuenosAires.

Di lui hanno parlato e scritto: Giorgio Segato critico d' arte, Vittorio Sgarbi, Renzo Margonari critico d'arte,Remo Schiavo Prof. storico d'arte, Cristian Ricci Tenore, Federica Morello Giornalista e soprano,Ilario Callegaro poeta dialettale. Hanno scritto di lui anche: Il gazzettino, Il mattino,L'adige,Magazzine ecc.....